Dopo aver letto la nostra fantastica recensione del Mavic 2 Zoom scommetto che hai appena acquistato il Mavic Zoom 2, drone di cui tutti parlano, ed intendi salvaguardarlo da possibili problemi accidentali? DJI, produttore cinese, ti propone oltre alla garanzia di due anni, una aggiuntiva a pagamento da tenere seriamente in considerazione per dormire sonni tranquilli quando utilizzi l’aeromobile con pilotaggio in remoto: DJI Care Refresh.

dji-care-refresh

Non confondere la Dji Care refresh dalla normale garanzia di legge

Mavic Zoom 2 ha dalla sua la tradizionale garanzia di legge, valevole sia a livello nazionale che continentale, con cui gli eventuali difetti registratisi in fase di utilizzo ed i possibili scostamenti tra quanto dichiarato dal produttore e ciò che si riscontra durante il funzionamento vengono coperti. Vi sono però danni accidentali che possono verificarsi per l’errore del pilota o per il contatto con l’acqua che la normale garanzia non copre. Per questo motivo, il Mavic Zoom 2 può essere salvaguardato, sottoscrivendo la polizza DJI Care Refresh.

In questa pagina spesso è possibile attivarla con piccoli sconti.

DJI Care Refresh per Mavic 2 Zoom: cos’è?

Siamo dinanzi alla più classica delle polizze Kasko volte a tutelare in maniera ottimale il tuo Mavic Zoom 2 nel corso dei primi 365 giorni di utilizzo. Naturalmente, per sottoscriverla è necessario effettuare un ulteriore investimento. Il vantaggio sostanziale è che vale la pena accollarsi questa spesa, spendendo qualcosina in più per restare più tranquilli.

Due sono le modalità per attivare la DJI Care Refresh entro le prime 48 ore dall’attivazione del Mavic Zoom 2. Ricordate entro le 48 h anche se è possibile anche attivarla dopo aver dimostrato a DJI che il drone funziona e dopo avergli mandato un bel video secondo le disposizioni di DJI.

Come attivare la Dji Care refresh per Mavic 2 Zoom?

La prima modalità per attivarlo è online ed è basata sulla compilazione del form presente sul sito web di DJI, mentre la seconda è off-line e verte sulla sottoscrizione dell’omonimo documento cartaceo, presso il rivenditore dove è stato acquistato il quadricottero. Entrambe durano un anno e non è possibile procedere all’estensione della garanzia kasko per un ulteriore arco di tempo. In entrambe le circostanze, dovrai specificare qual è il numero seriale del Mavic Zoom, situato sia sull’etichetta attaccata sul drone che sulla confezione. Fatta questa operazione, dovrai indicare la tua casella di posta elettronica. Sarà qui che riceverai l’e-mail che attesterà la sottoscrizione della DJI Care Refresh.

dji-care-mavic-2-zoom

Perché per il tuo Mavic Zoom 2 vale la pena optare per l’estensione di garanzia DJI Care Refresh?

Beneficiare di quella che sostanzialmente è una polizza, conferisce numerosi vantaggi quando piloti il tuo drone, perché gli ostacoli e le minacce in grado di arrecare danneggiamenti, più o meno gravi, sono purtroppo sempre in agguato.

Quindi, perché rischiare? La garanzia in oggetto, inoltre, ti consente di sostituire nel primo anno il Mavic 2 Zoom per ben due volte: la prima volta, l’importo da versare sarà pari a 119 euro. La seconda sostituzione presenterà un costo maggiorato di 20 euro, vale a dire 139 euro. Ricordate però che non copre purtroppo lo smarrimento.

Qual è la prassi per poter beneficiare della sostituzione del velivolo danneggiato?

Per prima cosa devi recuperarlo. Poi devi impacchettarlo e consegnarlo al rivenditore dove lo hai acquistato o spedirlo direttamente in azienda. Due sono le sedi europee di DJI: la prima è in Germania e la seconda è in Olanda. Tocca all’assistenza tecnica del colosso cinese fare tutte le valutazioni del caso, circa la reale entità dei danni. Dopodiché ti verrà comunicato il preventivo.

Tu, in quanto proprietario del Mavic Mavic 2 Zoom, potrai optare per ripararlo o per sostituirlo. Nel primo caso, dovrai pagare quanto comunicatoti. Nel secondo caso, l’importo da versare corrisponderà o a 119 euro o a 130 euro, in base al trovarti dinanzi alla prima o alla seconda sostituzione. Le operazioni durano un lasso di tempo compreso tra i 5 e i 10 giorni lavorativi.

Abbatti le tempistiche sfruttando l’opzione Express della Dji Care refresh

Se per te i tempi di attesa indicati sono lunghi, DJI ti offre la possibilità di sfruttare l’opzione Express. E’ inclusa nella polizza e non prevede ulteriori costi. Puoi ottenere in tempi rapidissimi il drone sostitutivo, pagando la cifra dovuta. A seguito della ricezione del velivolo danneggiato, il personale dell’assistenza tecnica dell’azienda cinese provvederà a spedirtene uno nuovo o ricondizionato direttamente all’indirizzo indicato in fase d’acquisto. Tempi d’attesa contenuti al massimo, quindi. Non perdi il tempo dovuto alla valutazione dell’entità effettiva dei danni.

Potrai cambiare il Mavic 2 Zoom solo con un nuovo Mavic 2 Zoom

Occorre considerare però che la DJI Care Refresh non ti permette la trasformazione di un Mavic 2 Pro in Mavic 2 Zoom e viceversa. Lo stesso dicasi per il cambio del gimbal. Non è ammesso. In questa circostanza, il cambio è ammesso solo se si spedisce il quadricottero al centro tecnico di assistenza.

La Dji Care è attivabile dopo le prime 48h?

Se hai dimenticato di sottoscrivere la garanzia per il tuo Mavic Zoom 2 entro le prime 48 ore di attivazione, puoi riparare in seguito?

dji-care-refresh-mavic-2-zoom

La risposta è affermativa. DJI te lo consente, conscia del fatto che molti utenti inizialmente mirano a risparmiare, ma poi ci ripensano e capiscono che non è il caso di rischiare. Tutto ciò che devi fare è contattare l’assistenza tecnica dell’azienda e indicare il tuo reale scopo della telefonata. Il personale di DJI ti guiderà passo dopo passo sul da farsi.

In sostanza, dovrai registrare un filmato del tuo drone in volo, attenendoti in maniera certosina a quanto indicato. Dopodiché dovrai pubblicare il tuo video sul tuo canale Youtube, indicando al personale di assistenza il link. I professionisti del settore si incaricheranno di visionarlo e se tutto è andato per il verso giusto, ti verrà concessa l’estensione di garanzia. Naturalmente, alle cifre già indicate precedentemente.

Opinioni Dji Care refresh: conviene?

DJI Care Refresh è in definitiva la migliore soluzione per assicurare il Mavic Zoom 2 che hai appena acquistato. Molto meglio della versione base DJI Care. Il motivo? La versione completa per 20 euro in più ti consente di coprire anche i danni dovuti all’acqua. Ergo, perché non approfittarne? Clicca qui per sottoscriverla.