È passato un po’ di tempo dall’entrata in commercio dello Xiaomi mi drone 4k. Eppure, a distanza di qualche anno le vendite del velivolo del produttore asiatico vanno alla grandissima, visto che numerosi sono i fan che lo preferiscono ai quadricotteri della concorrenza, inclusi i top di gamma usciti di recente. Oggi vogliamo mostrarvi una recensione Xiaomi Mi Drone 4k aggiornata.

Come è possibile spiegare il successo sul mercato della Xiaomi Mi drone 4ķ?

Pregevole fattura dei materiali scelti dal produttore in fase costruttiva, prestazioni in volo di alto livello, design curato e hardware dalle elevate performance sono di sicuro i capisaldi di questo prodotto.

recensione-Xiaomi-Mi-Drone

Quali sono nel dettaglio le caratteristiche principali di questi drone 4ķ?

Il gimble stabilizzato a tre assi, il GPS, GLONASS, il radio comando che funziona ad una distanza fino a 2 o 3 chilometri fanno di questo drone semiprofessionale uno dei migliori articoli in circolazione che, tra le altre cose, ti permette di realizzare foto e video di elevato livello qualitativo che, sotto certi aspetti, non hanno proprio niente da invidiare a tutti i droni professionali più competitivi.

Cosa dire della qualità costruttiva dello Xiaomi Mi Drone 4K?

Il produttore asiatico ben ha fatto ad optare per materiali plastici di buon livello, anche se in riferimento agli incastri si poteva fare molto meglio. Lo stesso dicasi per il pulsante di blocco/sblocco che in termini di precisione raggiunge una stentata sufficienza.
Xiaomi è sempre

Hardware

Questo modello può contare su un equipaggiamento hardware di tutto rispetto, a partire dal’ottimo processore quad-core Cortex-A7, la cui gestione dei sistemi di posizionamento ottico è a dir poco fantastica.

La caratteristica distintiva della videocamera

Il modello è stabilizzato e dotato di un valido gimbal a 3 assi, assolutamente ineccepibile nel momento in cui viene chiamato in causa. Punto di forza da non sottovalutare risiede nella presenza del sensore CMOS da 1/2,3 pollici con un f/2.8 che non spicca propriamente in quanto a luminosità. Quali sono i formati video supportati dalla suddetta videocamera? Full HD, 4K e QHD.
Ciò che rende speciale la videocamera del suddetto quadricotteri è che è sì estraibile, ma occorre tenere presente che non la si può sostituire con soluzioni di terze parti.
Per ciò che concerne la risoluzione degli scatti fotografici, questa è da 12 megapixel.

Volo

Xiaomi Mi Drone 4K è in grado di votare sino a 16 m/s. È questa infatti la sua velocità massima, dove il modello so dimostra comunque reattivo. Tenendo conto della tua distanza, in qualità di possessore, il velivolo oggetto di questa recensione dà davvero il meglio si sé: 500 metri.

Il toogle della mobile app ti consentr di bypassare i limiti, andando di poco oltre o 2 chilometri.
Insomma, trattasi di un quadricotteri che vola più che bene ed è adatto anche ai novizi che vogliono imparare, partendo da velocità alquanto contenutem

Menzione speciale la merita di sicuro la precisione della rilevazione della no-fly zone, all’interno delle aree dove è opportuno optare per il non decollo. Su questo Xiaomi Mi Drone 4K si differenzia rispetto ad altre versioni semiprofessionali, dove è il possessore in prima persona ad accollarsi i rischi di volo.

Quasi un top di gamma

Con lo Xiaomi Mi drone 4k alla casa cinese va dato atto di aver commercializzato un gioiellino stabile in volo, con il GPS che svolge il suo compito in maniera piuttosto egregia. Mandarlo lontano è un dato di fatto. I filmati 4ķ in formato NTSC e PAL 25 Fps. I continui update, poi, non hanno fatto altro che migliorare il velivolo.

Radiocomando dello Xiaomi Mi drone 4k

In quanto ad ampiezza e a leggerezza il telecomando del velivolo piace. La presenza del pulsante di accensione, del tasto di decollo, oltre a quella dello switch per il return to home, rende l’utilizzo del drone agevole a tutti. Manca il display, ma vi è comunque l’apposito alloggiamento per smartphone, essenziale per bypassare la suddetta limitazione.

radiocomando-Xiaomi-Mi-Drone-4K

Mobile app

L’applicazione mobile di Xiaomi Mi Drone 4K è semplice ed intuitiva nell’interfaccia, nonché ottima per guidarti step by step nel connettere il tuo terminale. Siamo però davvero lontani da quella DJI.
La mappa o lo streaming video sono visualizzabili in posizione centrale, mentre su quella laterale potrai sempre tenere sotto controllo parametri di una certa importanza, come velocità, altitudine e distanza.

Prezzo dello Xiaomi Mi Drone 4k

Il prezzo è un altro aspetto positivo di questo articolo che fino a poco tempo fa costava 450 euro. Oggi sui vari portali di e-commerce, puoi portatelo a casa per una cifra inferiore ai 400 euro. Non male, vero?

Contro

Qualche difettuccio chiaramente non manca. In termini di trasportabilità, non è proprio il massimo, nonostante la possibilità di rinchiudere i piedi di appoggio, facendoli collassare al di sotto dei bracci che costituiscono le eliche e di smontarlo totalmente. Metterlo in uno zainetto è impossibile e i voli vanno pianificati. I Mavic su questo aspetto fanno meglio. Infine, non piace l’eccessiva sensibilità degli stick analogici. Inoltre sono anche particolarmente lunghi e, conseguentemente, la loro rimozione non è proprio agevole.

Cosa dire in riferimento all’autonomia della batteria?

Fino a quando è in grado di volare Xiaomi Mi Drone 4K? La casa produttrice cinese indica sulla confezione in 27 minito la sua capacita di autonomia. Passando dal dato teorico a quella pratico, la soglia di autonomia si conferma comunque di tutto rispetto con i suoi 20 minuti.

Conclusioni

Xiaomi Mi Drone 4K si conferma un modello dal taglio semisemiprofessionale, equipaggiato da un ottimo hardware che assicura prestazioni top. Ovviamente siamo molto lontani da droni come il Mavic 2 Pro e il Mavic 2 Zoom, tuttavia il prezzo qui è decisamente inferiore!